Laserplast
Blefaroplastica Superiore
La bellezza giace negli occhi di chi la contempla

La blefaroplastica superiore è l’intervento mediante il quale si asporta l’eccesso di cute, muscolo e grasso delle palpebre superiori. Permette di tornare a vedere il solco palpebrale (il solco situato posteriormente alle ciglia) che con il passare del tempo viene nascosto dall’eccesso di cute. In Anestesia locale (a volte con sedazione farmacologica) si esegue una incisione cutanea conformata su disegni operatori eseguiti con paziente seduta e distesa, ad occhi aperti e chiusi. Si asporta quindi l’eccesso di cute e di muscolo orbicolare e l’eventuale tessuto adiposo in eccesso erniato dall’interno dell’orbita. L’incisione cutanea è quindi suturata. L’intervento non offre un innalzamento del sopracciglio (anche se a volte, tramite l’incisione già eseguita, si può sospendere un poco più in alto la cute sopraciliare).

TIPO DI INTERVENTO
 Intervento chirurgico
CONSENSO INFORMATO DA FIRMARE
DURATA DI OGNI SEDUTA
 25 – 30 minuti
NUMERO DI SEDUTE
1
DISTANZA TRA LE SEDUTE
 –
FORME DI ANESTESIA
Locale (a volte con sedazione farmacologica)
EFFETTI COLLATERALI (ANCHE TEMPORANEI)
Dolore ed edema per qualche giorno ben controllabili mediante terapia farmacologica. Ecchimosi (a tipo “botta”) a volte evidenti anche alle palpebre inferiori per qualche giorno. I possibili rischi sono l’ematoma (accumulo di sangue che solo raramente richiede l’evacuazione chirurgica) e rarissime asimmetrie delle palpebre. Le infezioni sono molto rare e controllabili con terapia farmacologica.
PRECAUZIONI DA SEGUIRE DOPO I TRATTAMENTI
Evitare attività fisica intensa (anche sessuale) nelle 2-4 settimane dopo l’intervento, evitare l’esposizione alla luce solare, massaggiare le cicatrici con creme idratanti nel senso della cicatrice almeno una volta al giorno iniziando 15 giorni dopo l’intervento
PRECAUZIONI DA SEGUIRE PRIMA DEI TRATTAMENTI
Sospensione di farmaci anticoagulanti o antiaggreganti almeno 4 giorni prima dell’intervento; sospensione del fumo