Iperidrosi

Laserplast
Iperidrosi
La bellezza giace negli occhi di chi la contempla

L’iperidrosi è una condizione clinica definita come una eccessiva sudorazione rispetto a quella necessaria alla termoregolazione corporea.  Può essere generalizzata o localizzata (le aree più colpite sono le ascelle, le regioni palmari, quelle plantari e le pieghe inguinali) e può essere congenita o acquisita, primaria o secondaria. L’iperidrosi congenita primaria sembra essere correlata ad una disfunzione genetica autosomica dominante e di solito inizia durante l’adolescenza o poco prima. Quella secondaria acquisita è, invece, spesso manifestazione di patologie o condizioni sistemiche (es: diabete, disfunzioni tiroidee, etc).  Il trattamento con farmaci anti-colinergici orali è molto efficace ma gravato da severi effetti collaterali quali sonnolenza e grave secchezza oculare e orale. I trattamenti chirurgici proposti sono la rimozione chirurgica del tessuto ghiandolare o la simpatectomia toracica. Tali procedure sono spesso gravate da effetti collaterali e sono indicate solo nei casi più gravi. La terapia meglio accettata e con un elevatissimo tasso di soddisfazione è l’infiltrazione di tossina botulinica che, paralizzando la muscolatura colinergica situata attorno alle ghiandole sudoripare, riduce sino alla scomparsa la sudorazione. Tale procedura è di lunga durata e determina un fortissimo impatto positivo sulla vita di relazione dei pazienti.

TIPO DI INTERVENTO
Infiltrazione locale di tossina botulinica
DURATA DI OGNI SEDUTA
15 -30 minuti circa
DISTANZA TRA LE SEDUTE
6-9 mesi
EFFETTI COLLATERALI (ANCHE TEMPORANEI)
È possibile riscontrare una temporanea riduzione della forza della muscolatura volontaria soprattutto nei trattamenti dell’iperidrosi palmare.
PRECAUZIONI DA SEGUIRE DOPO I TRATTAMENTI
Nessuna
CONSENSO INFORMATO DA FIRMARE
NUMERO DI SEDUTE
 Il trattamento deve essere ripetuto quando il farmaco perde di efficacia
FORME DI ANESTESIA
Nessuna. Per l’iperidrosi palmare è possibile eseguire una anestesia tronculare dei nervi radiale, mediano e cubitale (o ulnare)
PRECAUZIONI DA SEGUIRE PRIMA DEI TRATTAMENTI
Nessuna
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.