Laserplast
Neoformazioni benigne della cute
La bellezza giace negli occhi di chi la contempla

Per neoformazioni benigne della cute si intende un enorme numero di lesioni differenti non di natura neoplastica e quindi a prognosi positiva. Il loro elevato numero impedisce di elencarle tutte ma in generale possono essere classificate in funzione del loro aspetto clinico, del loro aspetto istologico e di altri fattori non correlati alla lesione ma al paziente (età, esposizione solare, sesso, etc). Possono essere di tipo nodulare, papulare, maculare, pigmentato, subepidermico o correlate al follicolo pilifero. Nella nostra esperienza le più comuni sono la cheratosi seborroica, il polipi fibroepiteliale, il cheratoacantoma, il granuloma piogenico, il corno cutaneo, l’adenoma sebaceo, il dermatofibroma, la cisti sebacea, il neurofibroma, il lipoma. Tutte queste lesioni possono essere asportate chirurgicamente e alcune di esse, data la loro natura superficiale, possono essere asportate mediante ablazione con laser a CO2 o Erbium. La cheratosi attinica e il morbo di Bowen nonostante siano da classificare come benigne sono lesioni definite come pre-cancerosi certe (o addirittura neoplasie intraepiteliali) e debbono (non possono) quindi essere asportate. La terapia fotodinamica (PDT) o la laser assisted PDT sono metodologie estremamente efficaci nel rimuovere tali lesioni oltre ad essere in grado di offrire un buonissimo risultato estetico.

TIPO DI INTERVENTO
 Asportazione chirurgica / PDT /laser assisted PDT
CONSENSO INFORMATO DA FIRMARE
TECNOLOGIE UTILIZZATE
 In alcuni casi laser CO2 ultrapulsato e lampada a 630 nm (colore rosso)
DURATA DI OGNI SEDUTA
Molto variabile in funzione delle dimensioni della lesione da asportare (da 10 min a 60 min). Per PDT vedi sezione specifica
NUMERO DI SEDUTE
 1 / variabile
DISTANZA TRA LE SEDUTE
FORME DI ANESTESIA
Anestesia locale per infiltrazione / Nessuna
EFFETTI COLLATERALI (ANCHE TEMPORANEI)
Modico dolore per le prime 24 ore. La rimozione dei punti di sutura dipende dalla sede anatomica dove la lesione è stata asportata (da 5 a 15 giorni). Rarissime infezioni trattabili con antibiotici. Nel caso di asportazione mediante shaving e regolarizzazione con laser CO2 e Erbium è necessario medicare la ferita con unguento antibiotico sino alla guarigione (6-10 giorni) e quindi non esporre la regione trattata ai raggi UV. Per PDT vedi sezione specifica
PRECAUZIONI DA SEGUIRE PRIMA DEI TRATTAMENTI
Non assumere anticoagulanti o antiaggreganti (es. aspirina). Per PDT vedi sezione specifica
PRECAUZIONI DA SEGUIRE DOPO I TRATTAMENTI
Evitare esposizione solare. Per PDT vedi sezione specifica